8 Set 2020

MUNEDAIKO L’emozione dei tamburi giapponesi Lunedì 21 settembre 2020 ore 20.00

/
Posted By
/
Comments0

Presso

 

 

In collaborazione con Istituto Giapponese di Cultura.

Ingresso concerto
GIARDINI FILARMONICA ROMANA
Via Flaminia 118 Roma
• E’ previsto un biglietto di ingresso acquistabile anche online sul sito www.filarmonicaromana.org
• Gli ingressi avverranno rispettando le disposizioni anti Covid-19.
• Info: 342 9550100 promozione@filarmonicaromana.org

 

con
Mugen Yahiro
Naomitsu Yahiro
Tokinari Yahiro
taiko (tamburi tradizionali)
shakuhachi e shinobue (flauti)


NEW ! Siamo lieti di pubblicare sul nostro sito un video con alcuni estratti del concerto “Munedaiko. L’emozione dei tamburi giapponesi” ospitato lo scorso 21 settembre nei Giardini della Filarmonica Romana, corredato di un’intervista ai musicisti.
La regia del video e l’intervista sono a cura di Maxim Derevianko. Il concerto è stato organizzato in collaborazione con l’Accademia Filarmonica Romana nell’ambito dell’Estate Romana 2020. Buona visione.

Clicca per far partire il video


L’arte del Taiko, millenaria pratica dei tamburi giapponesi, accompagnati dalla melodia del flauto giapponese, shakuhachi e shinobue, risuoneranno potenti nella suggestiva cornice dei Giardini della Filarmonica. L’omaggio al Giappone, per il secondo anno consecutivo, dopo il sold out del 2019, porta la firma dei fratelli Yahiro, componenti del gruppo Munedaiko, straordinaria combinazione di corpi in movimento e di armonia del pensiero.

Mugen, Naomitsu e Tokinari Yahiro sono giapponesi nati in Italia, uniti dalla passione per il taiko e per una scrupolosa ricerca di sonorità che, se da un lato li riconduce alle proprie origini, dall’altro permette loro di parlare un linguaggio musicale universale, atavico, di grande impatto emotivo.

Fondata nel 2014 per volontà di Mugen, Munedaiko nasce con l’intento di promuovere e valorizzare in tutta Europa il tamburo giapponese, in particolare lo wadaiko (tamburo di grandi dimensioni), diffonderne la pratica, scoprire e sviluppare se stessi in una piena consapevolezza di corpo e mente, che mira all’armonia universale e alla concordanza con gli altri.

La vibrazione del tamburo facilita il risveglio dell’energia vitale presente in ognuno di noi e il contesto open air offerto dallo scenario dei Giardini della Filarmonica permetterà al pubblico di unirsi al respiro del creato evocato dal ritmo percussivo dei musicisti e di beneficiare dell’emozione assoluta e universale di una musica dal sapore ancestrale.

Mugen Yahiro pratica il taiko da oltre quattordici anni, ha iniziato il suo percorso di studio multidisciplinare con il maestro e artista Niwa Motoyuki, che lo ha introdotto anche al teatro noh. In Giappone si unisce per oltre un anno al gruppo di percussionisti Ondekoza, attivo dal 1969 sull’isola di Sado, celebre per aver nobilitato la musica dei tamburi giapponesi ad arte performativa. Naomitsu Yahiro è istruttore nelle arti marziali tradizionali apprese in Cina. Introdotto all’arte del taiko dal fratello Mugen, entra a far parte di Munedaiko fin dalla fondazione, dedicandosi anche allo yoga. Tokinari Yahiro oltre a praticare il taiko, si dedica agli strumenti a fiato giapponesi, shakuhachi e shinobue; ha fatto parte degli Ondekoza dal 2016 al 2019.